Dopo i 50 anni un cuore sano protegge dal diabete

Gli adulti di mezza età con un cuore sano hanno meno probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 (DM2).

Image
04/11/2021

Secondo uno studio pubblicato sull'European Journal of Preventive Cardiology gli adulti di mezza età con un cuore sano hanno meno probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 (DM2) nel corso della vita residua. Lo spiega Fariba Ahmadizar, coautrice dello studio e ricercatrice all'Erasmus University Medical Center di Rotterdam in Olanda, che assieme ai colleghi ha analizzato dati di 5.993 partecipanti a uno studio di coorte che erano senza DM2 all'inizio del follow-up.

L'età media era di 69 anni, e il 58% erano donne. «Tutti i soggetti sono stati classificati con un punteggio di salute cardiovascolare che variava da 0 a 12 a seconda dell'indice di massa corporea, della pressione sanguigna, del colesterolo nel sangue, del fumo, della dieta e dell'attività fisica» scrivono gli autori, spiegando che i punteggi più alti indicavano una migliore salute cardiovascolare: scarsa (0-5), moderata (6-7) e ideale (8-12). Nel corso del follow-up 869 partecipanti hanno sviluppato DM2, e valutando la salute cardiovascolare i ricercatori hanno scoperto che il rischio di ammalarsi nel corso della vita residua era inferiore nelle persone con un cuore in buona salute. Ad esempio, a 55 anni i partecipanti con salute cardiovascolare ideale avevano un rischio del 22,6% di sviluppare DM2 nel corso della vita a fronte del 28,3% e del 32,6% dei soggetti con salute del cuore rispettivamente moderata o scarsa. Ma non è tutto: valutando il rischio genetico, la possibilità di sviluppare DM2 negli anni successivi diminuiva ulteriormente tra le persone con il cuore in buona salute rispetto ai coetanei in salute moderata o scarsa.

Continua a leggere