Dolore al seno: perché il seno può far male e quando preoccuparsi

Il dolore al seno (mastodinia) è un sintomo di riscontro frequente, che tende a preoccupare molto, specie se improvviso e mai sperimentato prima.
Image
14/10/2021

Generalità

Il dolore al seno (mastodinia) è un sintomo di riscontro frequente, che tende a preoccupare molto, specie se improvviso e mai sperimentato prima.

Shutterstock

Tuttavia, è bene sapere che questa manifestazione non è sempre un campanello di allarme di un problema serio, come può essere, ad esempio, un tumore al seno (anzi, raramente è indice della sua presenza, quindi è considerato un inaffidabile indicatore di un cancro). Per quanto allarmante e/o fastidioso, il dolore mammario è spesso sostenuto da una causa benigna e risulta essere frequente sia nelle donne in età fertile, sia in menopausa.

Si tratta di un sintomo che può assumere connotazioni differenti in base alla specifica causa sottostante ed alla percezione soggettiva del dolore (variabile da una semplice tensione mammaria ad un dolore acuto, intenso e penetrante).

In ogni caso, il dolore al seno merita sempre un approfondimento medico e, una volta individuata la causa scatenante, il medico indicherà un trattamento specifico e mirato per risolvere o alleviare il problema.

Terminologia e Sinonimi

I termini medici utilizzati per indicare il dolore al seno sono: mastodinia e mastalgia. Meno spesso, la dolorabilità della mammella è detta mammalgia.

Cos’è

Cosa s’intende per Dolore al Seno?

  Continua a leggere